Categories
Controllo di Gestione

L’impatto dei costi energetici sui costi delle imprese alberghiere e le loro conseguenze

Qual è l’impatto dei costi energetici sui costi delle imprese alberghiere? Il tema dell’energia è esploso improvvisamente ma era un aspetto che…

impatto dei costi energetici

Qual è l’impatto dei costi energetici sui costi delle imprese alberghiere?

Il tema dell’energia è esploso improvvisamente ma era un aspetto che le strutture alberghiere avrebbero dovuto in ogni caso affrontare.

 

«Sinora gli alberghi hanno resistito, ma guardiamo con preoccupazione a quel che potrà accadere nei prossimi mesi», ha dichiarato Bernabò Bocca, presidente nazionale di Federalberghiche aggiunge «Le aziende, che con grande fatica stavano tentando di rimettersi in marcia dopo due anni devastanti, sono di nuovo in debito di ossigeno e non riescono a pagare le bollette. Sinora gli alberghi hanno resistito, ma guardiamo con preoccupazione a quel che potrà accadere nei prossimi mesi, con il prezzo dell’energia che continua a crescere e le condizioni generali del mercato a dir poco incerte, tra inflazione galoppante e avvisaglie di recessione».

Le bollette di luce e gas per gli alberghi sono di fatto triplicate, con uno scenario futuro che si presenta preoccupante.

Il tema dell’energia e dell’impatto dei costi energetici è esploso improvvisamente ma era un aspetto che le strutture alberghiere avrebbero dovuto in ogni caso affrontare. Nel medio termine ci sembra che le aziende debbano modernizzare gli impianti virando verso un’energia sostenibile. Tale tendenza non può essere più procrastinata non solo in riferimento all’aumento insostenibile dei costi energetici ma anche e soprattutto in relazione ad una modalità differente di gestione.

La capacità di risparmio, di ottimizzazione dei costi, di minimizzazione degli sprechi diventerà un aspetto centrale per la sopravvivenza delle strutture ricettive.

Ribaltare i costi sul consumatore finale senza procedere ad un rinnovamento complessivo del proprio impianto dei costi, ci sembra una strategia miope e poco percorribile. Questo anche in considerazione del fatto che la gran parte degli alberghi non ha grandi possibilità di manovrare a piacimento i prezzi in aumento.

Non dimentichiamo che l’aumento dei costi dell’energia ha e avrà un effetto di trascinamento su tutti gli altri costi, fissi e variabili, con la conseguenza che i margini operativi già sacrificati negli ultimi anni da una serie di costi aggiuntivi (ad esempio OTA e costi amministrativi), andranno ad assottigliarsi sempre più.

Il problema, peraltro, risulta ancora più spinoso in quanto gli operatori non si trovano di fronte solo ad un problema di prezzo dell’energia, ma anche ad un problema di disponibilità! Chi vorrà l’energia non solo dovrà pagarla il triplo di quanto accadeva un anno fa, ma dovrà “prenotarla” e pagarla in anticipo.

Il rischio di avere meno disponibilità di energia (al di là del prezzo) costringe gli operatori del turismo a riflettere su soluzioni alternative non solo per il lungo periodo ma anche a breve.

L’albergatore si troverà di fronte ad un bivio, che a nostro avviso, prevede una sola strada possibile: da una parte la creazione di valore per il cliente, ossia la capacità di generare qualità percepita e un corrispettivo coerente con il valore espresso, dall’altra l’introduzione in azienda della cultura del risparmio, intesa come riduzione degli sprechi e dei consumi inutili con l’obiettivo di trasmettere tale impostazione sul cliente (che già in moltissimi casi è educato, apprezza ed è disposto ad accettare le politiche di risparmio energetico da parte dell’hotel).

I cambiamenti di questo ultimo triennio mettono l’albergatore di fronte ad una sfida tutta nuova che prevederà nuove modalità di gestione operativa più sostenibili e contemporaneamente un minuzioso e attento controllo non solo dei costi per l’energia ma anche di tutti gli altri costi.
Gli accadimenti degli ultimi anni sposteranno l’attenzione dell’albergatore dai ricavi (aspetto che attraverso le tecniche di revenue management ha dominato l’ultimo ventennio) verso il controllo dei costi e la capacità di esprimere un miglior prodotto/servizio con un minore utilizzo di materie prime e di risorse energetiche rispetto al passato.

 

Leggi altri articolo sul nostro blog!

I nostri servizi

Non è facile conciliare il bisogno di competenza con l’equilibrio economico, ci sono infatti dei momenti in cui le strutture potrebbero non permettersi di assumere in modo definitivo figure professionalmente preparate.
Hotels Doctors è in grado di fornire in outsourcing alcuni servizi per periodi di tempo concordati per consentire alle strutture di avere un supporto qualificato in attesa di consolidare l’organizzazione interna.

Ci sono dei momenti in cui è opportuno farsi aiutare! Hotels Doctors affianca titolari e direttori di strutture alberghiere [...]

Scopri di più

Il controllo di gestione e l’analisi dei costi costituiscono la spina dorsale del benessere aziendale. Non è sufficiente [...]

Scopri di più

Vuoi capire se sia opportuno investire in una struttura ricettiva? Devi ottenere un finanziamento ma non sai come presentarti [...]

Scopri di più

Non sei dotato di un ufficio commerciale? Vuoi aumentare il fatturato della tua struttura? Vuoi sviluppare i contatti con [...]

Scopri di più

Vuoi sfruttare al massimo le potenzialità di ricavo? Hai difficoltà con i prezzi e la gestione della distribuzione elettronica? Hotels [...]

Scopri di più

Generare più vendite dirette online, incrementare il traffico, pianificare strategie di promozione sui canali online e aumentare [...]

Scopri di più